Come proteggere la pelle dal freddo

Come proteggere la pelle dal freddo

Viso
13/12/2016
Reading time: 5 min

Durante l’inverno la pelle viene messa a dura prova e, dunque, richiede particolare cura e attenzione. Questo perché le temperature si abbassano andando ad incidere sulle difese della pelle, che in modo progressivo e costante va perdendo in lipidi e in altre sostanze nutrienti. Il risultato è rappresentato da un’epidermide più secca e meno elastica, soprattutto se si trascorre buona parte della giornata all’aria aperta.

Non bisogna mai scordare i normali accorgimenti: indossare sciarpa, guanti e cappello (indispensabili per mantenere la testa e il collo al caldo e subire meno gli attacchi del vento) ed evitare di tenere a contatto con la pelle indumenti umidi.

Queste accortezze, però, non sono sufficienti, ecco perché è opportuno fare propri una serie di consigli e rimedi per proteggere la pelle dal freddo, preservandone sia la salute sia la bellezza.

In particolar modo concentrandosi sul viso e sulle mani. Scegliendo una linea di prodotti con un concentrato di ingredienti ad azione detossinante e nutriente che favorisce l’ossigenazione e la rivitalizzazione della cute, protegge la pelle aiutando a prevenire i danni al DNA cellulare. L’obiettivo, infatti, è quello di proteggere l’epidermide dagli agenti esterni, agevolando un’efficace idratazione della pelle. In particolare, la pelle delle labbra è estremamente sottile: freddo e vento possono inaridirla. Per questo motivo è sconsigliato, nel corso della giornata, inumidirsi le labbra con la lingua, poiché se le labbra sono già screpolare si va a peggiorare la situazione.

Ed attenzione anche ai cosiddetti “geloni” (arrossamenti ed edema localizzato della pelle provocati da una reazione dell’epidermide al freddo). Nel corso dell’inverno sono proprio le estremità del corpo le prime ad avvertire il freddo: dita di piedi e mani, talloni, orecchie, mento e naso sono particolarmente sensibili.

Un motivo in più per scegliere una crema ricca di ingredienti nutrienti ed emollienti che contribuiscono a migliorare sia l’idratazione sia l’elasticità della pelle. In questo senso componenti come il burro di pesca e il burro di karitè, ricchi di lipidi dermoaffini, diminuiscono la secchezza cutanea; la vitamina E, potente antiossidante, contrasta l’azione dei radicali liberi garantendo un’azione lenitiva.

Anche in inverno, ovviamente, per proteggere la pelle dal freddo – mantenendola così sempre luminosa – il motto è idratazione. Dunque bisogna bere molto (anche se lo stimolo non è sempre forte); se proprio non si avverte il desiderio di bere acqua durante il giorno, si può optare per bevande calde, spaziando dagli infusi alle tisane. Inoltre, aggiungere qualche goccia di limone sia nell’acqua sia nelle bevande, può essere di sostegno nel soddisfare il fabbisogno quotidiano di vitamina C.

Nella stagione fredda bisogna fare scorta di vitamine e di antiossidanti, dunque spazio alla verdura e alla frutta di stagione (dagli agrumi ai broccoli alla cicoria, fino alla cipolla, che ha un’azione depurativa e disintossicante). Evitare troppi zuccheri e carboidrati raffinati, preferendo le proteine provenienti da legumi, carne bianca e pesce. Un’alimentazione ricca di minestre e zuppe contribuisce all’idratazione.